Articolo scritto per l'informatore comunale TuaMonza in uscita ad Ottobre 2015

Settembre è stato un mese fitto di traguardi per l'operato di Sel in Consiglio Comunale.

In particolare sono stati approvati due provvedimenti presentati da Sinistra Ecologia Libertà, che costituiscono ciascuno una piccola rivoluzione nel campo artistico e musicale cittadino.

Il primo è il Regolamento per l'Arte in strada a Monza, che costituisce anche un primato: è la prima Delibera di iniziativa consiliare approvata a Monza nella propria storia, frutto di due anni di lavoro intenso nostro assieme ad Elio Bindi e Paolo Piffer e diversi artisti del territorio, oltre che con gli uffici.

Il regolamento permetterà ai giocolieri, musicisti, artisti di strada di animare le nostre piazze e le nostre strade senza timore di incappare in multe e punizioni arbitrarie: basterà prenotare una delle postazioni all'interno del centro storico, o un qualsiasi luogo fuori da esso, per potersi esibire. Senza pagare alcuna tassa, a patto di non chiedere un pagamento fisso ma solo "a cappello". Tutti i giorni, da mattina a sera, Monza diventerà città ospitale per gli l'arte in strada e pronta a riceverne i colori, la bellezza, la gioia.

Altrettanto importante è la mozione per promuovere spettacoli dal vivo, tramite la semplificazione degli iter burocratici.

Difatti, per una classica assurdità italiana, l'autorizzazione di spettacoli dal vivo è ancora regolata dal Regio Decreto del 1931 in materia di pubblica sicurezza, evidentemente del tutto obsoleto nelle più parti. Grazie ad una legge inserita nel Decreto Valore Cultura del 2013 è possibile semplificare notevolmente le procedure burocratiche per eventi dal vivo con meno di 200 spettatori e che terminino entro mezzanotte. Pochissimi Comuni italiani stanno però applicando questa possibilità prevista dalla legge, compreso fino ad oggi il Comune di Monza.

Di fatto se a Monza fino ad Agosto per organizzare un concerto anche assolutamente modesto si doveva richiedere la licenza per esercizio di pubblico spettacolo, la dichiarazione di agibilità, l'idoneità anti.incendio, l'aderenza al T.U. di pubblica sicurezza, la valutazione delle emissioni acustiche, da Settembre sarà sufficiente...un'autocertificazione inviata via mail, e nient'altro. Una semplice mozione che permette un'enorme risparmio di tempo, favorendo il fiorire di concerti e spettacoli dal vivo in tutta la città.

Alessandro Gerosa – Sinistra Ecologia Libertà Monza


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: