Ho presentato, il 10 Gennaio, in Consiglio Comunale una raccomandazione rivolta alla giunta riguardante alcuni importanti lavori di manutenzione da compiere nel quartiere Casignolo: vi è da riparare la recinzione che divide parte di via Ortigara dai binari della ferrovia, un tombino intasato il quale determina l'allagamento dell'area ogni qual volta piova, diversi cartelli stradali; si raccomanda anche la giunta di far fronte al problema per cui il passaggio sul marciapiede, fra via Borgazzi e via Aquileia, risulta difficile costringendo spesso i cittadini a scenderne ed esporsi così a pericolo. Il testo completo della raccomandazione è riportato in calce all'articolo.
Sono intervenuto anche per segnalare all'Assessore Marrazzo un interessante documentario sulle politiche e le realtà abitative a Monza, pubblicato nei giorni scorsi da alcuni cittadini monzesi, invitandolo a non lasciar cadere nel dimenticatoio un progetto per l'autorecupero degli immobili pubblici in disuso che nel video si annuncia sarà presentato al Comune di Monza, e di riferire in Consiglio Comunale rispetto alla sua possibile realizzazione.
In ultimo, ho ritenuto giusto dare voce in Consiglio Comunale un tema di carattere nazionale, ovvero la battaglia che un uomo, Davide Rosci, ha deciso di intraprendere per l'abolizione di un reato retaggio dell'ordinamento fascista, ovvero quello di "devastazione e saccheggio". Davide Rosci, condannato senza reali prove per i fatti risalenti al 15 Ottobre scorso a Roma, ha deciso di intraprendere lo sciopero della fame e della sete finché non si "scorgerà un po' di luce in fondo a questo tunnel eretto e protetto dai soliti noti". Da parte mia piena solidarietà a Davide Rosci per l'ingiusta carcerazione e per una sacrosanta battaglia per uno stato di diritto, e il pieno auspicio che il prossimo governo abolisca finalmente questa legge oscena.

[box type="shadow"]Raccomandazione: interventi di manutenzione nel quartiere Casignolo
Considerato che la recinzione posta al termine di via Monte Ortigara, che la costeggia e la divide dai binari della ferrovia, risulta divelta in più punti, fenomeno che la rende chiaramente insicura e incapace di assolvere il proprio ruolo, nonostante i volenterosi interventi autonomi dei residenti;
Verificato che vi sono numerose altre contingenze che necessitano di un intervento di manutenzione urgente, quali la sistemazione di un tombino otturato che provoca un rapido allagamento in caso di pioggia e diversi cartelli stradali danneggiati;
Valutato che all’incrocio fra via Borgazzi e via Aquileia in prossimità del semaforo il semaforo stesso unitamente ad altri cartelli occupano un notevole spazio sul marciapiede, rendendone difficoltoso il passaggio;
Riscontrata l’ampia documentazione fotografica a riprova di quanto affermato e a disposizione;
Si raccomanda l’amministrazione comunale ad intervenire il più presto possibile con interventi di manutenzione per risolvere tali disagi che si ripercuotono sui cittadini del quartiere Casignolo.

Alessandro Gerosa - Sinistra Ecologia Libertà


Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: